Pesce-polpetta o polpetta-scherzetta?

Dunque, darsi da fare in cucina è un piacere, ma trovarsi davanti musi imbronciati e facce perplesse quando finalmente porti in tavola il frutto del tuo lavoro, è una cosa che mi da un fastidio incredibile. Ecco, purtroppo questo si ripete spesse volte la settimana, qui a casa nostra. Un motivo sicuramente è quel gigante che ho per marito, tanto alto quanto rompiscatole, puntiglioso, tradizionalista, carnivoro e scassone a priori (in cucna dico). Resterà per sempre famosa nella storia quella volta in cui avevo cucinato il ragù, e di fianco alla pentola c’era del vino bianco (che mi ero bevuta io). Lui assaggia il ragù, fa la faccia seria, mi fissa senza dire niente (tipo la trasmissione Master chef, per intenderci) e poi dice “sì, buono, ma si sente che hai usato il vino bianco e non si mette nel ragù”. Caspita, gli avrei scaraventato la bottiglia in testa! Ma quanto ho goduto nel poterlo smascherare dicendogli “CARINO, guarda che il vino bianco è lì per un altro motivo. Nel ragù ho messo quello rosso. E tu non hai capito un’emerita cippa!”.
Comunque, per il post di oggi il problema non è costui, ma gli altri due piccoli cuccioli di ometti che mi gironzolano per casa (1 e 3 anni). Non è mica facile riuscire a convincerli e invogliarli a mangiare (spesso anche solo ad assaggiare!) tutto quello che prepari.  Quindi, tutto ‘sto preambolo per dire che ho provato a “fregarli” e a camuffare il pesce (che il piccolino odia) sottoforma di polpette (polpetta-scherzetta). Beh, l’esperimento è perfettamente riuscito, con grande soddisfazione della cuoca  ; )

Ingredienti:
2 filetti di salmone
2 panini raffermi
1 bicchiere di latte
1 uovo
2 zucchine
2 patate piccole
aneto o timo tritato molto finemente
sale e pepe

Ridurre il pane a piccoli pezzetti e bagnarlo con il latte finchè lo assorbe tutto. Assicurarsi che il salmone non abbia spine e cuocerlo velocemente in padella con un filo di olio e le spezie tritate molto finemente. Lessare la patata e la zucchina. Una volta che tutti gli ingredienti si sono raffreddati, mescolarli in una ciotola: patate, zucchine e salmone devono essere ridotti in grosse briciole (non serve usare il minipimer, basta schiacciare bene con una forchetta), l’uovo, il pane inzuppato (se il latte vi sembra troppo aggiungete pane grattato oppure strizzate un pochino il pane). Unire sale e pepe. Formate piccole polpette, passatele nel pane grattuggiato e cuocete brevemente in padella con un pochino di olio evo finchè entrambi i lati sono dorati.
E voi? Come camuffate certi ingredienti poco graditi ai vostri ospiti?  ; )

Con questa ricetta partecipo al contest una ricettola per la pupattola

Condividi

Commenti

11 commenti su "Pesce-polpetta o polpetta-scherzetta?"

il 13 Ottobre 2011 alle 05:56
Federica ha scritto:

Per fortuna la mia cavia non si intromette in cucina, anzi è sempre ben disposta alle sperimentazioni. ma il mio babbo spesso e volentieri lo "strozzerei", sempre criticone a priori e poi finisce con lo spazzolare il piatto! Mi piace un sacco questa polpetta-scherzetta, sfiziosa e gustosa, ottima combinazione di oesce e verdure. hai fatto doppio centro. Baci, buona giornata

il 13 Ottobre 2011 alle 09:20
Anonimo ha scritto:

😀

TI VEDO!!!

il 13 Ottobre 2011 alle 09:58
sere ha scritto:

caro il mio anonimo, ma non potresti farti un account su Google così ti potrei vedere anche io???

il 13 Ottobre 2011 alle 14:52
Fabiola ha scritto:

non parliamo del lavoro non apprezzato che è meglio, sono tutti uguali……

il 13 Ottobre 2011 alle 18:27
sississima ha scritto:

Gustose le tue polpette di pesce e…mi sono anche io iscritta tra i tuoi lettori fissi, grazie di essere passata da me, bello il tuo blog! CIAO SILVIA

il 13 Ottobre 2011 alle 19:16
Julie ha scritto:

Sfiziosissime e in più mi piace tantissimo il nome che hai dato a questo piatto, "polpette-scherzetto" ^__^! E non sai quanto ti capisco sul fastidio provato a certe critiche, soprattutto quelle fatte per pregiudizio verso le novità o, peggio ancora, quelle non costruttive -_-'''!!

il 13 Ottobre 2011 alle 21:50
LAURA ha scritto:

Ciao, che bella idea hai avuto, mi piacciono le tue polpette-scherzetto, le voglio fare anch'io e vediamo se qualcuno, a casa, trova qualcosa da ridire!!!
Baci

il 14 Ottobre 2011 alle 08:39

Anche io, come Federica, ho mio padre che mi fa saltare i nervi quando si mette a tavola: è sempre prevenuto e scettico. Che barba!
Le tue polpettine sono troppo belle, come si fa a resistergli? ciao ciao

il 14 Ottobre 2011 alle 16:17
SONIA ha scritto:

Per fregare mmmhh per far gustare cibi prelibati alla piccola di casa faccio come te, camuffo e trasformo senza ritegno! A volte lo faccio anche per il marito ^_*

il 14 Ottobre 2011 alle 21:26
luna ha scritto:

una vera prelibatezza! E ti sono venute pure bellissime! 🙂

il 15 Ottobre 2011 alle 15:44
archcook ha scritto:

Sono una foto e una ricetta da urlo!!! Ti seguirò con moooolto piacere!

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà pubblicato