pane con semi di girasole e papavero

Non vi dico il profumo che invade casa mia casa mentre digito sulla tastiera. Per me la cosa più bella di fare il pane (dopo la soddisfazione di mangiarlo caldo 😉 è proprio l’odore che si sprigiona mentre cuoce. Come quando cammini per strada vicino ad un fornaio e prima ancora che gli occhi lo vedano, tu te ne accorgi già dal profumo, caldo e sensuale, a metri di distanza.
Ho usato la macchina del pane e ho inventato una ricetta con quel che avevo, cioè farina di semola e semi vari.
ingredienti:
300 gr di semola di grano duro Molino Chiavazza
150 gr di farina 00 Molino Chiavazza
270 ml di acqua
60 gr di semi di girasole
30 gr di semi di papavero
2 cucchiaini di lievito disidratato (o pasta madre se siete più pazienti di me)
1 cucchiaino di succo di limone (per neutralizzare il sapore del lievito)
1 cucchiaino scarso di sale (perchè è pane per la marmellata, ma se lo usate come pane da tavola aggiungerei un altro cucchiaino)
1 cucchiaino di zucchero
1 cucchiaio di olio di oliva
La preparazione è presto scritta, perchè la macchina fa tutto da sola, ma se lo fate a mano ricordo la regola base: mai far incontrare lievito e sale (pare si odino!). Io li posiziono sempre ai lati opposti dell’impasto e sto attenta che non si tocchino nelle prime fasi di lavoro della pasta. Aggiungete i semi quando l’impasto è ormai già formato.
Ho usato questo pane per la merenda con una marmellata homemade di fragole e rabarbaro e come vedete, c’è qualcun altro oltre a me che non ha resistito ; )

Condividi

Commenti

2 commenti su "pane con semi di girasole e papavero"

il 20 Settembre 2011 alle 14:11
sere ha scritto:

forse sei il topo della foto???? ; )

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà pubblicato