English muffins per il World Food Day

Scroll down for English version
Era il 16 ottobre del 1945 quando le Nazioni
Unite decisero di fondare la Fao, organizzazione che lavora
per combattere la fame nel mondo, accrescere i livelli di nutrizione e
sviluppare i settori dell’agricoltura e dell’alimentazione. Per ricordare la
sua fondazione, l’Assemblea Generale dell’Onu nel 1980 ha istituto il World Food Day.
Da allora, ogni 16 ottobre, in tutto il mondo si
celebra la Giornata Mondiale del
Cibo
: incontri e iniziative per sensibilizzare i cittadini sul tema
dell’alimentazione.
Questo perché, in Italia come in molti Paesi
occidentali, il cibo è un bene che
viene dato per scontato
. Invece, ce lo dimentichiamo troppo spesso, è un
bene prezioso che a molti viene negato e così ne sprechiamo un sacco senza
rendercene conto.
Celebro anche io la giornata mondiale
dell’alimentazione con uno dei prodotti più semplici della tavola, il pane, ma
oggi scelgo un tipo di pane praticamente introvabile qui da noi e che a me e a Mr. Cookie piace da morire.
Sto parlando degli English muffins, che si
chiamano così ma nulla hanno a che vedere con i muffins dolci cui siamo
abituati a pensare. E’ un tipo di pane, in forma di piccoli panini, che di
solito si taglia a metà, si scalda nel tostapane e si farcisce con ripieno
dolce o salato, senza mai far mancare un piccolo strato di burro, ma si può
usare anche come pane normale. E mi piace molto da preparare perchè non si cuoce in forno, ma in padella!!!
Ho provato parecchie ricette e due secondo me sono le
finaliste e le pubblico entrambe, una in italiano e una nella versione inglese.
Metto anche le foto delle fasi della preparazione, perchè io lo so che molte
mie amiche che leggono quando vedono la voce “pane” scappano via
pensando “non ce la posso fare”, ma spero che con il procedimento
spiegato passo-passo la paura lasci il posto all’intraprendenza ; ) 
Io da parte mia garantisco il risultato, e se ciò non
fosse risarcisco con un invito a cena! 
INGREDIENTI: 
500 gr di farina manitoba
300 ml di latte tiepido
2 cucchiaini di zucchero
1 cucchiaino di sale
7 gr di lievito secco
farina di mais fioretto 
In un bicchiere miscelate lievito e zucchero e fate riposare qualche minuto. Aggiungete il sale alla farina e unite tutto nell’impastatrice finchè l0impasto è elastico. Aggiungete poi il latte, un pochino alla volta e regolate la quantità mano a mano che l’impastatrice gira fino a che ottenete un impasto ben sostenuto ed elastico (non deve essere troppo morbido).
A questo punto coprite e fate lievitare circa 2 ore. Poi prendete la massa e suddividetela in due filoni che taglierete in 4 parti l’uno, come in figura e fate riposare per una mezz’ora.
Spolverate il piano di lavoro con la farina di mais e con un coppapasta date una forma cilindrica alle 8 pagnottine, che dovranno essere alte almeno 2 cm. Spolverate con la farina di mais e fate riposare un’ultima mezz’ora coperte.
Io faccio sempre lievitare nel forno a microonde, che prima scaldo un pochino facendo bollire una tazza piena di acqua per 5 minuti).

A questo punto potete scaldare una padella antiaderente con coperchio e cuocere i panini circa 7 minuti per lato, potete cuocerne anche 3 o 4 per volta. Devono prendere un bel colore ambrato su entrambi i lati. Quando sono pronti copriteli con un panno per farli rimanere morbidi e al momento di servire potete mangiarli così come pane normale oppure, come tradizione inglese vuole, tagliati a metà, con un velo di burro e quello che la fantasia vi suggerisce. Io di solito li congelo già tagliati e poi basta solo passarli nel tostapane per farli rinvenire.

Questa ricetta l’ho presa da qui ma vi voglio dare anche una versione in inglese con cui mi trovo bene che si può fare anche impastando con la macchina del pane.

_____________________________________________________________________
ENGLISH MUFFINS – ENGLISH VERSION


Today is the World Food Day and I want to celebrate it with you with the English muffins, a kind of bread impossible to find in Italy : (
An English muffin is a msall, round, flat type of yeast-leavened bread wich is commonly served split horizontally, toasted and buttered. Muffins are eaten either as a snack alone or as part of a meal. I usually use the receipe I found on this website, and it works well! You can also use the bread machine to make the dough.
INGREDIENTS:
1 cup milk
3 tablespoons
butter
1 egg
½ teaspoon
salt
2 teaspoons
sugar
3 cups
all-purpose flour
1 ½ teaspoons
dry yeast
cornmeal
Put ingredients in the machine in the order
listed. Start the dough cycle. At the end sprinkle corn meal over your work
area. Use your hands to pat the dough into a 1/2 inch thick rectangle. Turn the
dough so that each side gets lightly coated with cornmeal. Cut into 8 to 10 rounds
(an empty large tuna works well). When you run out of dough gather up the
trimmings and cut more rounds. Place the rounds on a baking sheet, cover and
let rise for 20- 30 minutes (until not quite double). Heat a dry cast iron skillet
or griddle over a low flame. Cook the muffins about 7 minutes on each side.
They should be golden brown when you turn them. Split the muffins with a fork
or serrated knife and serve warm. These freeze well and can be reheated in the
microwave or toasted.

Condividi

Commenti

7 commenti su "English muffins per il World Food Day"

il 16 Ottobre 2012 alle 14:36
Natalia ha scritto:

Belli! Giornate come queste sono importanti per ricordarci di non sprecare il cibo che troviamo così facilmente! Grazie della splendida ricetta.

il 16 Ottobre 2012 alle 20:00
giulia ha scritto:

così non devo più portarteli dal uk ahahahahahha bene bene 🙂 ma oggi é anche il world bread day lo sapevi? besitos

il 16 Ottobre 2012 alle 21:52
Cucina di Barbara ha scritto:

ti stai inglesizzando? 🙂 ma non era il W.BreadD.?
ciau

il 17 Ottobre 2012 alle 10:58
Paola ha scritto:

Non ne avevo mai sentito parlare di questi English muffin. In realtà non credevo nemmeno fossero un pane. Li voglio provare, perché l'idea che si cuociano in padella mi piace proprio tanto 😀

il 21 Ottobre 2012 alle 06:10
sississima ha scritto:

come son belli, brava, un abbraccio SILVIA

il 24 Ottobre 2012 alle 07:00
Gabri ha scritto:

Li ho visti molte volte, questi panini, ma non li ho mai provati…Però effettivamente, guardando il tuo procedimento, viene voglia di sperimentare, sanno di buono, di genuino! 🙂 Grazie delle dritte!

il 27 Novembre 2012 alle 05:46
ann@... ha scritto:

no ne conoscevo l'esistenza, ma questi devono essere nella mia cucina, perciò ti ringrazio per quest'informazione.. e per la ricetta li proverò con molto piacere…
grazie

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà pubblicato