Colomba (con lievito di birra fresco)

Ecco una ricetta che ha una preparazione lunga un giorno. Non vi spaventate, è solo lunga, non è complicata. Se avete una planetaria è sicuramente fattibilissima, se avete solo due braccia… vi ammiro perchè io non ce la farei a impastare così tanto a lungo (vi dico solo che il mio Kitchen Aid alla fine della preparazione è molto caldo, giusto per darvi un’idea dello sforzo). Però le nostre nonne l’hanno sempre fatta a mano, quindi potere si può di sicuro! Diciamo che io preferisco usare la scorciatoia. Mi piacerebbe che qualcuna di voi che non l’ha mai fatta perchè non osava, si cimentasse, perchè è davvero semplice nei suoi passaggi, e poi ha un sacco di tempi morti di lievitazione durante i quali si può fare qualunque altra cosa
(e non parliamo poi della soddisfazione a colomba ultimata: impagabile!). 
Vi consiglio di farla insieme a un’amica, come ho fatto io l’anno scorso insieme alla mia amica Giulia. Abbiamo sconfitto la paura del fallimento ridendo tutto il giorno, e alla fine il risultato era perfetto. Quest’anno l’ho fatta da sola, perchè mi ha abbandonata ed è fuggita in Australia (cioè il più possibile lontano da me : )  Se cominciate al mattino, per la sera potrete estrarla dal forno e godervi una casa profumatissima. 
Io son rimasta così soddisfatta della prima, che in questo momento sto già preparando la seconda colomba, da offrire domani ai miei amici. 
Nel frattempo, tanti auguri a tutti di Buona Pasqua a tutti.
Io ho usato la ricetta di vivalafocaccia, perchè non richiede lievito madre, perchè l’ho già testata e funziona e anche perchè ha un video sulle piegature e su come fabbricarsi da soli il pirottino a forma di colomba, nel caso in cui non lo troviate (ho solo aggiunto molto più zucchero).

 Ingredienti:
1° impasto:
40 gr Manitoba
40 gr latte tiepido
20 gr lievito fresco
2° impasto:
100 gr Manitoba
130 gr acqua tiepida
3° impasto:
100 gr Manitoba
20 gr burro
40 gr zucchero
4° impasto:
210 gr Manitoba
120 gr uova (circa 2)
80 gr burro
150 gr scorza di arance e cedro
160 gr zucchero
5 gr sale
aroma vaniglia e aroma arancia (io ho usato l’amaretto di Saronno)
Glassa:
40 gr mandorle
90 gr zucchero
30 gr albume (circa 1)

La preparazione è la stessa dell’anno scorso, quindi vi rimando qui per il procedimento e per le foto passo-passo. La cosa che ho fatto diversamente dall’anno scorso è stato usare più zucchero per averla un po’ più dolce e metterla a testa in giù una notte (infilzandola con i ferri da maglia e mettendola sospesa su una pentola) per averla più gonfia che mai, ma è un passaggio che a parer mio si può saltare. 
Aspettate il giorno dopo a mangiarla, deve riposare almeno 12-18 ore, non siate ingordi ; )

Condividi

Commenti

3 commenti su "Colomba (con lievito di birra fresco)"

il 30 Marzo 2013 alle 10:59
Fabiola ha scritto:

bell'uccello!!!!!!!!!
ihihihihi
Auguroni di una serena Pasqua.

il 6 Aprile 2013 alle 18:22
Antonella ha scritto:

ciaoooo!!! che piacere averti conosciuta oggi alla Fissler! e che piacere vedere questa colomba cosi ben riuscita! io sono alla continua ricerca della ricetta perfetta….ma forse posso provare questa che dici??? ciaoooo

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà pubblicato