Per tutti i gusti – il giro d’Italia a tavola: la Sicilia

E quando si dice “per tutti i gusti” è davvero così! Carlo Vischi anche questa volta mi ha portato a scoprire le meraviglie della nostra Italia, con queste stupende cene, showcooking e degustazioni che volta per volta eleggono regina una regione d’Italia. Con immenso piacere (e moltissime aspettative) ho partecipato alla serata Sicilia, che già solo a dirlo ti riempie la bocca di acquolina, come questi fichi d’India con cui avevano ricoperto i tavoli in Feltrinelli, alla presentazione della serata. Lì la faceva da padrona Claudia, alias la femme du chef, ma non vi immaginate una signorina tipica francese, ma una simpatica siciliana doc. Lei ci ha presentato tutti gli attori della serata,e ce n’erano davvero tanti:
– lo chef Alessandro Orefice dell’antica focacceria di Palermo (tutti pronti per l’apertura di una nuova sede a Milano il 20 novembre??), un caposaldo del “cibo da strada” a Palermo fin dal lontano 1834
– lo chef Gianni Gerratana del ristorante Il canneto che ha riprodotto alla perfezione la Sicilia con i suoi  fingerfood  di aperitivo (e non vi dico la bontà dello spiedino di parmigiana)
– Francesco Padova dell’azienda Mastri di San Basilio che ci ha raccontato una bellissima storia del giorno in cui suo papà lo ha portato a comprare delle piantine di ulivo (credo 8mila) dicendogli “tutto questo un giorno sarà tuo
– Gabrio Bini, architetto innamorato dell’isola di Pantelleria in cui coltiva i suoi capperi conservati con la fleur de sel.

buffet allestito in Feltrinelli

Dopo il buffet in Feltrinelli è giunta l’ora di raggiungere il ristorante Casanova del Westin Palace per una stupenda cena, che prima ha visto gli chef siciliani protagonisti di due chef cooking. Grazie a Gianni abbiamo imparato a fare a mano i cavatelli (oddio, io ho replicato il giorno dopo a casa: impasto riuscito, ma sulla perfetta forma dei cavatelli ho ancora tanto da imparare…) e Alessandro ci ha suggerito l’idea di impanare i gamberi nella granella di pistacchio e sposarli al sapore della scorza d’arancia. Non vi dico la bontà di entrambi i piatti, che infatti sono stati spazzolati a tempo di record!

3 dei protagonisti della serata
La cena è stato un susseguirsi di emozioni (forse anche dovute al tete à tete con la mia cara Petunia), tra una portata più buona dell’altra e dei vini per cui ho letteralmente perso la testa, in particolare per il Jalè IGP Cusumano
Vi lascio le immagini del menù e delle portate, che parlano molto meglio di quel che posso fare io ; )
menu della serata

Condividi

Commenti

Un commento su "Per tutti i gusti – il giro d’Italia a tavola: la Sicilia"

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà pubblicato

©copyright 2017 cucchiaiodistelle.com powered by Netzsite